Registrati


Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
pricing e criteri logici - automazione
03-25-2018, 12:01 AM
Messaggio: #1
pricing e criteri logici - automazione
stiamo cercando una soluzione per cercare di automatizzare alcune operazioni di pricing per i nostri appartamenti (circa 100);

abbiamo già testato alcuni software di revenue management, tra cui rateboard, che però non ci hanno convinto per vari aspetti.

la nostra esigenza principale sarebbe quella di impostare alcuni parametri logici basandosi sui quali il software dovrebbe andare a modificare i prezzi, ad esempio un criterio da impostare potrebbe essere il seguente:

appartamenti con riempimento su base mensiale inferiore a 15 giorni > applica sconto percentuale

appartamenti con riempimento su base mensile superiore a 15 giorni > applica aumento percentuale

ci interesserebbe un consiglio se esiste un software che si può interfacciare con wubook che risponda alle nostre esigenze o se magari è una cosa di cui si possono occupare gli sviluppatori di wubook.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
03-30-2018, 06:08 AM
Messaggio: #2
RE: pricing e criteri logici - automazione
Dato che sono stato il primo a contattare Rateboard, per avere la possibilità di avere il loro software funzionante in Wubook, e dopo aver sperimentato insieme hai colleghi di Wubook la sua funzionalità per un intero anno, devo dirti che non vi sono sul mercato strumenti automatici che abbiamo un algoritmo così tale (almeno credo). Vi sono comunque società che hanno oltre allo strumento anche un Team di supporto che segue ed esegue le variazioni, ma in tal caso non hai possibilità di interazione e controllo prezzo. Il Team ti sostituisce e studia nell'arco della giornata le prenotazioni, ed altro poi esegue variazioni di prezzo. Considera che il Revenue Management lavora su un prezzo giornaliero e non su un massivo, quindi non può tener conto delle prenotazioni ma solo del prezzo "di mercato". Credo ma devi sentire i colleghi di Wubook che esista magari uno strumento che permetta una variazione di prezzo in aumento o in diminuzione in virtù della lunghezza del soggiorno, non credo possa esser possibile in un Revenue.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
03-30-2018, 05:08 PM
Messaggio: #3
RE: pricing e criteri logici - automazione
in realtà i software di revenue management non sono applicabili al nostro caso, dato che noi gestiamo appartamenti e l'analisi della concorrenza è pressocchè impossibile;
a noi serve solo la possibilità di automatizzare il pricing secondo dei criteri impostati da noi e basati fondamentalmente sull'occupazione degli appartamenti su base mensile.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
03-31-2018, 06:12 PM
Messaggio: #4
RE: pricing e criteri logici - automazione
Io ho appartamenti, e francamente funziona benissimo. Forse hai proprio ragione nel fatto che avete un sistema di applicazione prezzo non adottabile ai Revenue.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
04-04-2018, 08:33 PM
Messaggio: #5
RE: pricing e criteri logici - automazione
Spendo qualche parola sul nuovo Zak anche qui,

nei piani stiamo proprio valutando un modulo di Yield Management. Da sviluppare nel Q2 o nel Q3 (tra i candidati della
roadmap ci sono anche la Mobile App, Sistemi di Pagamento -in modo che possiamo addebitare costi ai clienti cliccando
semplicemente sulla loro carta e vi arrivano i soldi direttamente sul conto e altro).

Da una parte trovo che il mercato sia molto interessato a questi software.
Dall'altra ho i miei dubbi.

In primis mi chiedo se non sia una moda. La suggestione dei prezzi, in effetti, a meno di strutture importanti che hanno
molte camere, presenta complessita' amministrative. Richiede lavoro e attenzione. E soldi, perche' queste soluzioni
tecnologiche hanno un costo. Mi chiedo quanto valga la pena, in generale, sul fronte meramente economico.

Poi, anche su quello filosofico: si tratta si sofisticazioni importanti. E molto molto specifiche, perche' poi sono convinto
che ognuno, per sua volonta' ma anche per questioni territoriali o di impresa, abbia esigenze molto, molto diverse.

In ogni caso la scelta dei listini prezzi basati sui Frammenti e Timeline vuole essere un incipit per, eventualmente,
attaccare il problema dello Yield Management con una buona dotazione logica iniziale

yellow
At: http://wubook.net/
Blog: http://wong.it/
And zak: http://zak.wubook.net/
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
04-04-2018, 10:31 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 04-04-2018 11:06 PM da brown.)
Messaggio: #6
RE: pricing e criteri logici - automazione
Ciao a tutti.
Attualmente WuBook ha uno strumento di revenue management, si chiama WYM.

Questo strumenti lavora però sulla disponibilità. Al calare della disponibilità
a seguito di prenotazioni alza il prezzo della disponibilità residua
nei periodi prenotati.

Ovviamente WYM è inapplicabile quando la disponibilità è 1 o 0.
Mi sembra di capire che state proponendo un'algoritmo che si basa
sulla "densità" di prenotazioni in un'arco temporale.
Se ad esempio l'appartamento "gioia" a Giugno è occupato per l'80% dei giorni,
per il restante 20% dei giorni il prezzo sale. Ho capito male?

Michele

Account manager
wubook.net
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
04-04-2018, 11:27 PM
Messaggio: #7
RE: pricing e criteri logici - automazione
in sostanza si,
diciamo che l'appartamenyo gioia ha un prezzo fino a 15 giorni occupati nel mese di giugno e, quando vengono raggiunti i 15 giorni, scatta un altro prezzo definito in qualche modo.
poi su si può discutere su come applicare i criteri e come definirli, ma fondamentalmente l'obiettivo è quello.
i nostri appartamenti però hanno disponibilità 1 nel 95% dei casi.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
04-05-2018, 12:35 AM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 04-05-2018 12:46 AM da brown.)
Messaggio: #8
RE: pricing e criteri logici - automazione
(04-04-2018 11:27 PM)FC082 Ha scritto:  in sostanza si,
diciamo che l'appartamenyo gioia ha un prezzo fino a 15 giorni occupati nel mese di giugno e, quando vengono raggiunti i 15 giorni, scatta un altro prezzo definito in qualche modo.
poi su si può discutere su come applicare i criteri e come definirli, ma fondamentalmente l'obiettivo è quello.
i nostri appartamenti però hanno disponibilità 1 nel 95% dei casi.

Si, stiamo valutando il caso in cui il tipo camera ha disponibilità o 0 o 1.
Sulla base di quello che propone si potrebbe:
Indicare un tipo camere, un'arco di tempo, una "densità" (in percentuale) ed un'incremento prezzo.
Quando entra una prenotazione che fa si che la quantità dei giorni prenotati rispetto all'arco
temporale raggiunga o superi la "densità", allora in tutti i giorni dell'arco temporale il prezzo sale.

Es: (appartamento gioia, arco: 15/6/2018 - 15/9/2018; densità: 50%, incremento 4%)
Quando entra una prenotazione con soggiorno nell'arco 15/5/2018 - 15/9/2018, che fa si
che il numero di giorni in cui la gioia è occupata in estate salga sopra il 50% (del totale dei giorni),
allora in tutti i giorni liberi il prezzo sale automaticamente del 4%.

Onestamente non sò se altri strumenti di revenue management adottano questa logica.
Tenete presente che uno strumento che cambia i prezzi in automatico è davvero delicato
(non c'è bisogno di spiegare i motivi). Ad esempio, quando una prenotazione viene cancellata?
Se la percentuale di occupazione nel periodo scendesse sotto la soglia cosa deve succedere?
il prezzo deve scendere?

Michele

Account manager
wubook.net
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
04-05-2018, 06:08 AM
Messaggio: #9
RE: pricing e criteri logici - automazione
Onestamente. Non credo che al livello commerciale esistano automatismi spinti a valutare in automatico il cambiamento di prezzo in funzione di un algoritmo. Vi sono strumenti di valutazione che prevedono comunque una variazione di prezzo, ma spesso è solo una proposta che può essere valutata e se necessaria con volontà manuale essere cambiata. Lo strumento di cui fai riferimento in cui agisce solo al cambiare della disponibilità non effettua nessun cambiamento all'effetti del cliente. Un Revenue, al di là di chi lo produce, raccoglie dati più complessi, oltre ai propri, li sottopone ad un algoritmo, più o meno spinto al cambiamento, poi produce un prezzo di riferimento in virtù dei cambiamenti che percepisce. Noto comunquè ma è anche un motivo di studio, che effettivamente aumentano le prenotazioni, si accentuano principalmente in disintermediazione.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
04-05-2018, 06:24 PM
Messaggio: #10
RE: pricing e criteri logici - automazione
(04-05-2018 06:08 AM)Charly Ha scritto:  Onestamente. Non credo che al livello commerciale esistano automatismi spinti a valutare in automatico il cambiamento di prezzo in funzione di un algoritmo. Vi sono strumenti di valutazione che prevedono comunque una variazione di prezzo, ma spesso è solo una proposta che può essere valutata e se necessaria con volontà manuale essere cambiata. Lo strumento di cui fai riferimento in cui agisce solo al cambiare della disponibilità non effettua nessun cambiamento all'effetti del cliente. Un Revenue, al di là di chi lo produce, raccoglie dati più complessi, oltre ai propri, li sottopone ad un algoritmo, più o meno spinto al cambiamento, poi produce un prezzo di riferimento in virtù dei cambiamenti che percepisce. Noto comunquè ma è anche un motivo di studio, che effettivamente aumentano le prenotazioni, si accentuano principalmente in disintermediazione.

Grazie per i chiarimenti Charly,

si: uno strumento che propone solo senza modificare i prezzi, è molto meglio. Smile

Attualmente, il rate checker si limita ad indagare i prezzi della concorrenza della vendita dalle ota.
Attualmente questi dati non vengono incrociati in alcun modo con quelli storici del nostro db.
Mi chiedo solo se la complessità dei criteri per stabilire un prezzo possa essere rappresentata
da un'algoritmo abbastanza semplice da poter essere speigato.
E' un tema interessante che merita di essere approfondito.
Per ora non possiamo per via di ZaK.

Grazie per la partecipazione ed i chiarimenti.
Michele

Account manager
wubook.net
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)