Il blog di

WuBook_logo

Come arredare una casa vacanze: idee, trucchi e consigli

Offerta speciale solo per te!

Utilizzo completo della piattaforma a metà prezzo x 3 mesi, con un risparmio di 121€!

GESTIONALE ALBERGHIERO PRO
Con il gestionale alberghiero potrai gestire prenotazioni, camere, tariffe, housekeeping, schedine Istat e Alloggiati e molto altro, tutto da un’unica interfaccia.

  • Camere e prenotazioni illimitate
  • Archivio clienti
  • Planner
  • Rilevamento e notifica eventi
  • Gestione completa di Prodotti, Tariffe e Occupancy
  • Online Check-in e integrazioni per Self Check-in
  • Mobile App per iOS e Android
  • Suite di Comunicazione con i clienti
  • Gestione Pagamenti Online
  • Statistiche avanzate
  • Gestione report Istat, Alloggiati e Tassa di Soggiorno
  • Gestione e organizzazione pulizie tramite app

CHANNEL MANAGER
Per la gestione fino a 3 canali OTA e Metasearch a scelta tra più di 100 canali connessi.
Booking.com, AirBnB, Expedia, Google, Hotels.com, Hrs, Agoda, TripAdvisor, Trivago, HotelBeds tra le principali OTA per hotel. Riduci drasticamente il rischio di overbooking!

FATTURAZIONE ELETTRONICA
Emetti tutti i documenti, sia fiscali che non fiscali in maniera automatizzata. Inclusi fatturazione in ciclo attivo e passivo e accesso per il commercialista.

BOOKING ENGINE
Il Motore di prenotazione per convertire direttamente dal sito web dell’hotel, integrato con tutte le funzionalità della piattaforma, ti permette di disintermediare dalle OTA e creare offerte personalizzate per fidelizzare i tuoi clienti.

  • Preventivi e email personalizzate
  • Integrazione ai tuoi Social Network
  • Design moderno e intuitivo
  • Gestione Multi-tariffa e multi-proprietà
  • Mobile responsive
  • Widget per il tuo sito web
  • Alta personalizzazione di immagini e contenuti

Cari e care WuBookers, arredare una casa vacanze può essere un’attività divertente e creativa, ma può rivelarsi anche impegnativa e stressante. Creare un ambiente accogliente e confortevole per gli ospiti che vi soggiorneranno, riducendo al minimo il rischio di danneggiamenti e incidenti, non è sempre così semplice.
Per aiutarvi a uscire da questa impasse, abbiamo raccolto alcuni consigli pratici ed esempi di come arredare una casa vacanze cercando di soddisfare le esigenze di tutti. 

7 consigli pratici per arredare una casa vacanze da zero

“Nomen omen”, dicevano i latini. Ovvero, il nome è un destino. E una casa vacanze non fa eccezione, anche quando si tratta di arredamento. Ricordati infatti che, in quanto tale, deve avere tutta l’attrezzatura adatta alla vita quotidiana, ma assolvere anche alla ricerca di benessere e relax tipica di una villeggiatura.
Come combinare queste due funzioni con gusto e originalità? Ci sono almeno 7 mosse che puoi seguire per non sbagliare.

1. Scegli lo stile giusto a seconda del luogo

Qual è la prima cosa che i tuoi ospiti giudicheranno, senza nemmeno aver fatto il check-in?
Le foto degli ambienti che proponi. Per questo è importante creare spazi curati, che invoglino le persone a prenotare e che le facciano sentire a proprio agio una volta arrivate. Il primo passo per arredare una casa vacanze è quindi scegliere lo stile più adatto al luogo in cui si trova.

Ad esempio, se la tua casa vacanze è in una zona rurale, potresti optare per uno stile rustico e country, con un mobilio in legno massiccio o in rattan; mentre se è situata in una località balneare, potrebbe essere più adeguato uno stile marinaro o tropicale, con arredi in bambù o decorazioni che ricordano il mondo marino.
Da evitare, invece, le contaminazioni fuori luogo come un design navale per una baita di montagna e viceversa: chi soggiorna in un contesto fortemente caratterizzato vuole vivere l’esperienza di quel posto e non essere trasportato altrove, anche se solo metaforicamente.  

come arredare casa vacanze stile
Vuoi saperne di più su argomenti come "Come arredare una casa vacanze: idee, trucchi e consigli"?

Iscrivendoti alla newsletter ricevi i consigli dei nostri esperti e le offerte commerciali più vantaggiose:

Se il luogo non è particolarmente significativo o hai un tema in mente, può essere comunque utile cercare ispirazione online, ad esempio attraverso portali come Pinterest e le riviste di settore; e seguire palette colori armoniche, come quelle suggerite da generatori appositi come Coolors. Così facendo, oltre a trovare idee e soluzioni a cui magari non avevi pensato, ridurrai il rischio di eccedere con le tonalità e gli oggetti. In generale, infatti, vale sempre la regola del keep it simple o, per dirla in italiano, il troppo stroppia!

2. Opta per mobili resistenti e duraturi

Non tutti abbiamo la stessa attenzione per le cose e, d’altra parte, il passaggio di tante persone le espongono a un livello di usura importante. Per non parlare dei piccoli imprevisti che possono sempre capitare, come macchie e rotture involontarie.
Purtroppo, non puoi evitare che questo accada, ma puoi cercare di limitare i danni scegliendo mobili di buona fattura, realizzati in materiali resistenti e longevi.
La tentazione di acquistare arredi di bassa qualità, perché più convenienti economicamente, può essere forte ma può rivelarsi anche controproducente, soprattutto se si deve intervenire spesso per sostituirli o ripararli.
Ecco perché è consigliabile orientarsi fin da subito su un livello medio alto che, oltre ad assicurarti una durata maggiore, contribuirà all’effetto estetico generale.

3. Valuta bene gli spazi e gioca con la luce

Sembrerà banale, ma considerare la grandezza dei mobili in relazione alla dimensione della casa vacanze è fondamentale. 
Se hai a disposizione uno spazio limitato, potresti optare per arredi multifunzionali o trasformabili, come divani letto, tavoli allungabili, sedie pieghevoli e piani d’appoggio a scomparsa. I recenti trend abitativi cittadini, per cui si tende a vivere in case sempre più piccole con tante aree comuni, hanno favorito la nascita di mobili molto compatti, versatili e belli da vedere: avrai solo l’imbarazzo della scelta.  
Allo stesso modo, per ambienti spaziosi, potrai invece sbizzarrirti con un arredamento più voluminoso, facendo però attenzione a non eccedere: una parete libera è sempre utile per riposare lo sguardo e lasciare libertà di movimento ai tuoi ospiti.

Piccoli o grandi che siano gli spazi, ricorda inoltre che la luce è un grande alleato: sfrutta quanto più possibile quella naturale, senza occludere le finestre con ingombri o ostacoli. Negli angoli più angusti o meno sfruttati, posiziona invece un punto luce: servirà a valorizzarli e a creare atmosfera.

arredare una casa vacanze consigli

4. “Scalda” tutto con tessuti e oggetti personali

Anche se la neutralità è l’opzione più sicura, non è detto che sia sempre la migliore. Soluzioni come Ikea o simili sono molto pratiche per i proprietari, ma rischiano di dare un aspetto troppo freddo e impersonale all’ambiente. 
Ben vengano quindi i tocchi più “caldi” come tappeti, tende, quadri colorati e piante da appartamento distribuiti qui e là. Anche i cuscini e i complementi d’arredo più minuti, come tovaglie e copriletti, possono contribuire a rendere il tutto più accogliente.

Inoltre, aspetto non secondario, tappeti e tessuti in genere aiutano ad assorbire i rumori: una scelta ideale se la tua casa vacanze si trova in un condominio o hai vicini molto sensibili e, appunto, vicini!
Meglio evitare invece i fiori, che potrebbero essere sgraditi all’olfatto o persino provocare allergie.

5. Non esagerare con soprammobili e suppellettili

Una casa vacanze non è il deposito di mobili e soprammobili di cui ci vogliamo liberare e, anche se qualche pezzo vintage può aiutare a creare uno stile unico, riempire la casa di cose vecchie non è una scelta saggia.
Il criterio, per capire se togliere o lasciare qualcosa, deve essere sia estetico che funzionale: chiediti quindi se oggetti e arredi sono davvero utili per i tuoi ospiti o se, almeno, servono a completare il look dell’alloggio. Non dimenticare infatti che tutto ciò che viene utilizzato spesso potrebbe rompersi, ma anche ciò che non viene usato affatto rischia di fare la stessa fine. Con un’aggiunta: quello che metti in casa prima o poi dovrà essere pulito, che è esattamente il prossimo punto.

quanto costa arredare una casa vacanze

6. Metti sempre al primo posto igiene, sicurezza e praticità

Parola d’ordine: igiene, sempre! Come sai, il livello di pulizia può davvero fare la differenza in fase di prenotazione e di giudizio post soggiorno, è quindi fondamentale che tutto concorra al suo mantenimento.
Che sia tu o un Housekeeping Manager a gestire le pulizie in struttura, cambia poco: ciò che conta è che gli arredi siano pensati per agevolare le operazioni di igienizzazione ordinarie e straordinarie.

Abbiamo parlato di tappeti: quelli piccoli sono più facili da rinfrescare ed esistono anche pratiche soluzioni in pvc lavabile, che aggiungono colore senza richiedere troppa cura.
Il copridivano è un’altra opzione che ti consente di proteggere il sofà e mantenere alto il livello di pulizia, soprattutto se intendi accogliere anche animali domestici.
Potendo scegliere, meglio preferire mobili dotati di ruote – facili da spostare – o con gambe “alte”, sotto cui far passare l’aspirapolvere. E questo riguarda anche i sanitari del bagno: quelli sospesi ti consentiranno di pulire comodamente tutto il pavimento, risparmiando tempo e fatica.
     
Infine, un’accortezza: se decidi di installare elettrodomestici pesanti o di valore in posizioni poco consone o a rischio di caduta (pensa a un microonde su uno scaffale alto), valuta se non sia il caso di fissarli al muro. Non sarà il massimo in termini di praticità (dovrai comunque assicurarti di poter rimuovere lo sporco abbastanza agilmente), ma almeno ti garantirà un buon livello di sicurezza quando saranno in uso.

7. Pensa al tipo di ospiti che accoglierai

Il settimo consiglio riguarda in realtà una delle prime domande che bisogna porsi prima di iniziare questa attività: che tipo di ospiti accoglierà la tua casa vacanze?
Se si tratta di famiglie con bambini, sarà necessario provvedere all’acquisto di seggioloni e culle o, in caso di nuclei con figli più grandi, letti a castello, divani letto e reti pieghevoli, per aggiungere posti all’occorrenza.
Se prevedi la presenza di cani e animali domestici, potresti attrezzare alcuni spazi interni o esterni con cucce o tiragraffi (oltre che ciotole e lettiere). 
Accoglierai coppie e viaggiatori singoli? Perché non valutare allora l’allestimento di un piccolo angolo di lettura o lavoro, meglio ancora se con uno scrittoio, una lampada e una poltrona comoda: una postazione ufficio dotata di tutti i comfort costituirà un’attrattiva in più per nomadi digitali e professionisti in genere. 
Considerare il target non può che condizionare, positivamente, anche la scelta degli arredi.

arredare una casa vacanze cosa comprare

Accessori e oggetti da non trascurare in ogni ambiente

Arredare una casa vacanze non si limita ai mobili più grandi, ma comprende anche tutti gli accessori. Quelli di uso quotidiano, come stoviglie e biancheria, sono imprescindibili e quindi difficili da dimenticare, ma ci sono altri oggetti che rischiano di essere trascurati.
Ecco qualche esempio per ogni ambiente della casa: 

  • Ingresso. Attaccapanni e portaombrelli sono sempre gli ultimi a entrare in casa, soprattutto se questa viene arredata in estate. Eppure anche nella bella stagione può capitare un acquazzone: dotare fin dall’inizio l’appartamento di tutti questi complementi, insieme a una scarpiera e a un piccolo piano d’appoggio, renderà l’ambiente decisamente più pratico e funzionale, in tutti i periodi dell’anno. 
  • Cucina. A differenza di un B&B, la casa vacanze non propone servizi ristorativi: questo significa che la cucina dovrà essere provvista di tutto il necessario per rendere gli ospiti autonomi nella preparazione dei pasti. Oltre agli utensili da cucina, però, non dimenticare anche strofinacci e asciugamani e, se non prevedi di installare una lavastoviglie, tutto l’occorrente per lavare e asciugare a mano, comprese spugne, detersivi e scolapiatti. Ricorda poi i bidoni e i sacchi per la raccolta differenziata e anche un contenitore per le buste da riutilizzare. 
  • Bagno o ripostiglio. Stendere e stirare sono attività che forse in vacanza preferiremmo non fare, ma possono essere comunque inevitabili o gradite per qualcuno: facciamogli trovare tutto il necessario.
    Se possibile, prevedi un sistema per appendere accappatoi o altri indumenti, anche in prossimità del termoarredo: in inverno, può essere una coccola oltre che un’esigenza!
    E poi, ovviamente, phon e tappetini per la doccia a volontà. 
  • Camera da letto. Cosa non può mancare in questa stanza? Un portavaligie, per rendere più comoda la gestione dei bagagli.
    Uno specchio a figura intera, oltre che utile per gli ospiti, può inoltre aiutare ad allargare visivamente l’ambiente, soprattutto se si tratta di uno spazio modesto. 

Infine, un segno di attenzione in più riguarda la custodia degli oggetti di valore: se la struttura lo consente, prevedi una cassaforte, gli ospiti più accorti la apprezzeranno di sicuro. 

Rimani aggiornato sulle ultime tendenze del settore hospitality.

Iscrivendoti alla newsletter ricevi i consigli dei nostri esperti e le offerte commerciali più vantaggiose:

Trucchi per risparmiare sugli arredi e la manutenzione

Gestire una casa vacanze richiede diverse attività e l’arredamento è solo una delle prime.
Come tutte le altre, anche questa va valutata sulla base di criteri economici e di ritorno dell’investimento. Per quanto non sia possibile definire in modo assoluto quanto costa arredare una casa vacanze, è comunque possibile adottare qualche stratagemma per limitare la spesa in fase di acquisto e, soprattutto, di manutenzione.

Uno dei trucchi per chi vuole risparmiare è di dare nuova vita al mobilio più agée, restaurandolo o semplicemente dandogli un nuovo colore e una nuova collocazione: una cassettiera sta bene in camera da letto, ma anche in salotto e in cucina. E se ha una forma atipica o è dipinta in una tonalità particolare, può svoltare lo stile dell’intera casa. 
Dove possibile, è inoltre sempre consigliabile optare per un’illuminazione LED: l’investimento iniziale sarà più alto rispetto alle normali lampadine, ma alla lunga farà bene al portafoglio e all’ambiente (e noi di WuBook siamo particolarmente attenti alla sostenibilità).
Se ci sono superfici delicate, meglio proteggerle preventivamente, ad esempio rivestendo con adesivi in feltro antiscivolo i piedi di tavoli, sedie e altri mobili, così eviteranno di raschiare il pavimento o strappare il tappeto quando vengono spostati. 

Infine, un ultimo suggerimento. Prova a sensibilizzare la clientela sulla casa e sulla sua cura, ad esempio attraverso messaggi o mail di benvenuto con tutte le indicazioni utili e le “regole” del soggiorno, valorizzando anche i suoi difetti: trasmetterai l’unicità della tua sistemazione, responsabilizzando con gentilezza gli ospiti.

Offerta speciale solo per te!

- 50%
su Zak Full Suite x 3 mesi
con un risparmio di 221€

L'offerta è attivabile solo fino al 15 gennaio 2023