Wubook Login Lost Password

Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Nuovi sviluppi Channel Manager e possibili idee future
#11
Io sono assolutamente dell'Idea che una bella OTA fatta da Wubook con la partecipazione di tutti noi potrebbe dare delle belle soddisfazioni .

Pensaci Yellow Pensaci .
#12
(04-02-2020, 01:43 AM)DV002 Ha scritto: Io sono assolutamente dell'Idea che una bella OTA fatta da Wubook con la partecipazione di tutti noi potrebbe dare delle belle soddisfazioni .

Pensaci Yellow Pensaci .

concordo anche alla luce del fatto che con questa epidemia booking come expedia e altri non si sono comportati bene nei confronti di noi albergatori che gli paghiamo le commissioni,..... rimborsando prenotazioni non rimborsabili a scapito nostro senza tener fede al patto fatto con federalberghi dove si impegnavano a sostituire la prenotazione con un ticket valido 1 anno... al momento stò per scoppiare una guerra fra gli albergatori e le OTA quindi non sarebbe del tutto escluso un boicottamento di massa a quelle esistenti che non hanno rispettato i patti ;)
Massimiliano
HOTEL CILENE VIAREGGIO
#13
(04-05-2020, 01:24 AM)MR294 Ha scritto:
(04-02-2020, 01:43 AM)DV002 Ha scritto: Io sono assolutamente dell'Idea che una bella OTA fatta da Wubook con la partecipazione di tutti noi potrebbe dare delle belle soddisfazioni .

Pensaci Yellow Pensaci .

concordo anche alla luce del fatto che con questa epidemia booking come expedia e altri non si sono comportati bene nei confronti di noi albergatori che gli paghiamo le commissioni,..... rimborsando prenotazioni non rimborsabili a scapito nostro senza tener fede al patto fatto con federalberghi dove si impegnavano a sostituire la prenotazione con un ticket valido 1 anno... al momento stò per scoppiare una guerra fra gli albergatori e le OTA quindi non sarebbe del tutto escluso un boicottamento di massa a quelle esistenti che non hanno rispettato i patti ;)

I patti si fanno in due e Federalberghi l'ha fatto univocamente mentre la strategia delle OTA, tutte, è stata quella dell'elasticità e del rimborso. Tu vedi le OTA dall'esterno quindi ci sono cose che non conosci profondamente, ma posso assicurarti che al momento la loro sofferenza si misura in 3000 licenziamenti Expedia come gruppo, 2200 licenziamenti Booking.com da solo e così via (se vuoi ti do gli altri numeri). Quello che sta succedendo sta toccando le tasche e la credibilità di tutti e operazioni come quelle del voucher di Federalbeghi minano la credibilità del paese nei confronti della clientela. Poi ognuno è libero di fare ciò che vuole ma poi non bisognerà lamentarsi se la clientela andrà altrove perchè posso assicurarti che paesi altrettanto belli dell'Italia ce ne sono a bizzeffe.
#14
Scusa che c'entra, se ho una prenotazione non rimborsabile ed emetto un ticket (ora da booking lo stanno facendo, dopo le ultime lamentele, ma tenendosi i soldi in maniera arbitraria perché non sono loro ma degli alberghi) non va bene? L'accordo con federalberghi era questo, mentre si sono messi a rimborsare addirittura prenotazioni di maggio e giugno... Tu pensala come ti pare io non sono d'accordo, un mio amico ha preferito non partire per una vacanza a Zanzibar (e ha fatto bene visto che il gruppo col qual è doveva partire è finito in quarantena per colpa di uno con la febbre) e lui ha perso 5000 euro, non gli hanno rimborsato un bel nulla. E non per questo non tornerà più a Zanzibar
Massimiliano
HOTEL CILENE VIAREGGIO
#15
(04-05-2020, 02:35 AM)MR294 Ha scritto: Scusa che c'entra, se ho una prenotazione non rimborsabile ed emetto un ticket (ora da booking lo stanno facendo, dopo le ultime lamentele, ma tenendosi i soldi in maniera arbitraria perché non sono loro ma degli alberghi) non va bene? L'accordo con federalberghi era questo, mentre si sono messi a rimborsare addirittura prenotazioni di maggio e giugno... Tu pensala come ti pare io non sono d'accordo, un mio amico ha preferito non partire per una vacanza a Zanzibar (e ha fatto bene visto che il gruppo col qual è doveva partire è finito in quarantena per colpa di uno con la febbre) e lui ha perso 5000 euro, non gli hanno rimborsato un bel nulla. E non per questo non tornerà più a Zanzibar

Ti sei dato la risposta da solo con l'ultima frase.
#16
Ciao , non penso che la Clientela andrà' altrove , perché' noi siamo l'ITALIA unica al mondo. Direi anche che le strutture alberghiere per ora non licenziano nessuno perché sono gestite da Famiglie che lavorano con altre Famiglie e non Big Group tech che magari hanno altri valori di riferimento per assumere e licenziare.
Io spero che uno spirito di orgoglio Italiano possa prevalere ,serve una scintilla , serve un idea uno sguardo al futuro . Forse da un idea di oggi potrebbe nascere un gigante con valori Italiani tra 10 anni ,,, chi lo sa ?
Qui pero ' ci vuole l'ingegno e la creatività' di Wubook .
Buonaserata a tutti
Ps Covid : Siamo nel 2020 e la scienza e la medicina risolveranno presto questo problema , ma in futuro andranno maggiormente attenzionate dalla politica sia come risorse che come risposte..
#17
(04-05-2020, 02:41 AM)DV002 Ha scritto: Ciao , non penso che la Clientela andrà' altrove , perché' noi siamo l'ITALIA unica al mondo. Direi anche che le strutture alberghiere per ora non licenziano nessuno perché sono gestite da Famiglie che lavorano con altre Famiglie e non big group tech che non guardano in faccia nessuno.
io spero che uno spirito di orgoglio Italiano possa prevalere , forse da un idea di oggi potrebbe nascere un gigante con valori Italiani tra 10 anni ,,, chi lo sa ?
Qui pero ' ci vuole l'ingegno e la creatività' di Wubook .
Buonasera a tutti
Ps siamo nel 2020 e la scienza e la medicina risolveranno presto questo problema , ma in futuro andranno maggiormente attenzione dalla politica.

Tutti i paesi sono unici al mondo e tutti hanno le loro bellezze e la clientela non è più quella di vent'anni fa: oggi conosce il mondo e viaggia e gli piace vedere cosa gli propone. Il concetto di Venezia ce l'abbiamo solo noi è finito, basta tu guardi i risultati della città negli ultimi 10 anni. Il mare dell'Italia è considerato dagli italiani come imperdibile per gli stranieri. Beh, dovreste guardare i risultati di mare italia anche solo dell'anno scorso comparato a Albania e Grecia per capire cosa sta succedendo. I clienti vanno dove stanno bene e dove spendono per quello che hanno e te lo dico per esperienza personale, in Grecia i prezzi sono nettamente inferiori e il servizo è nettamente superiore. In Albania poi neppure a compararlo. Fino a che non sarà cambiata la mentalità del turismo in Italia e la sua altezzosità il nostro paese perderà quote su quote di mercato.
In ogni caso e te lo dico seriamente, invidio il tuo ottimismo sulla medicina e sulla soluzione del problema virus in tempi rapidi.
#18
Ciao Luca,

sono daccordo su molti punti (aime'). Da anni vado in Grecia d'estate. Le strutture che
trovo sono decisamente piu' economiche. E piu' qualitative.

Un anno volevamo provare ad andare in Sicilia. Abbiamo cambiato rotta dopo un paio
d'ore di ricerca: alla fine siamo finiti a Kos, in una struttura con una piscina meravigliosa
Allo stesso prezzo, in Sicilia, veniva venduta la formula "camping". Al posto di un
bell'appartamento avevi sistemazioni roulotte-like.

Va detto che occorre non generalizzare troppo. Per esempio la mia scelta
e' discutibile. Kos non offre tutto cio' che puo' offrire l'immensa storia siciliana.
I fattori sono tanti. I target pure. Tante cose.

Rimamendo sulla (grande e indefinita) linea di massima, se vogliamo parlare di
turismo medio, il discorso che fai regge secondo me. O ha comunque spunti
importanti.

A maggior ragione se incrociato con quello che e' stato il mercato dei voli: andare
in quell'isola greca, sul fronte del biglietto dell'aereo, mi e' costato probabilmente
meno. E i tempi di viaggio sono simili. E con le nuove generazioni. Che hanno
meno problemi a stare piu' sull'internazionale.

Sono profondamente daccordo sul discorso relativo all'autocelebrazione italiana.

Le piu' belle citta', la sanita' migliore (un sesto della capacita' di terapia
intensiva di quello tedesco: le info si trovano facilmente sui siti istituzionali
europei), il cibo migliore. Il calcio migliore. L'italiano buono. Il bel vivere.
Il sole. E via dicendo. Mi ricorda Berlusconi al parlamento europeo, quando
parlava dei turisti della democrazia :)

Una delle mie bimbe ha riportato a casa tempo fa un libro da scuola. Fa parte di
una collana. Ogni libro della collana e' la celebrazione di una regione italiana. Io
non ho apprezzato affatto.

L'effetto che descrivi lo vedo gia' su di loro: sviluppano una sensibilita' per cui si
considerano nel paese piu' bello del mondo. A questo si aggiungono i vari Angela
(per quanto io li apprezzi tantissimo!) che contribuiscono un sacco a questo tipo
di immaginario.

E il risultato e' quello che dici tu: rimanere addormentati.
Poco lucidi. Sempre un passo indietro. Perche' quello che insegnano
alle mie bambine sono visioni limitate. Belle, ok. Ma tanto piu' piccole
di quelle che potrebbero avere. Basterebbe un pizzico sensibilita' in piu'.
#19
(04-05-2020, 08:36 AM)yellow Ha scritto: Ciao Luca,

sono daccordo su molti punti (aime'). Da anni vado in Grecia d'estate. Le strutture che
trovo sono decisamente piu' economiche. E piu' qualitative.

Un anno volevamo provare ad andare in Sicilia. Abbiamo cambiato rotta dopo un paio
d'ore di ricerca: alla fine siamo finiti a Kos, in una struttura con una piscina meravigliosa
Allo stesso prezzo, in Sicilia, veniva venduta la formula "camping". Al posto di un
bell'appartamento avevi sistemazioni roulotte-like.

Va detto che occorre non generalizzare troppo. Per esempio la mia scelta
e' discutibile. Kos non offre tutto cio' che puo' offrire l'immensa storia siciliana.
I fattori sono tanti. I target pure. Tante cose.

Rimamendo sulla (grande e indefinita) linea di massima, se vogliamo parlare di
turismo medio, il discorso che fai regge secondo me. O ha comunque spunti
importanti.

A maggior ragione se incrociato con quello che e' stato il mercato dei voli: andare
in quell'isola greca, sul fronte del biglietto dell'aereo, mi e' costato probabilmente
meno. E i tempi di viaggio sono simili. E con le nuove generazioni. Che hanno
meno problemi a stare piu' sull'internazionale.

Sono profondamente daccordo sul discorso relativo all'autocelebrazione italiana.

Le piu' belle citta', la sanita' migliore (un sesto della capacita' di terapia
intensiva di quello tedesco: le info si trovano facilmente sui siti istituzionali
europei), il cibo migliore. Il calcio migliore. L'italiano buono. Il bel vivere.
Il sole. E via dicendo. Mi ricorda Berlusconi al parlamento europeo, quando
parlava dei turisti della democrazia :)

Una delle mie bimbe ha riportato a casa tempo fa un libro da scuola. Fa parte di
una collana. Ogni libro della collana e' la celebrazione di una regione italiana. Io
non ho apprezzato affatto.

L'effetto che descrivi lo vedo gia' su di loro: sviluppano una sensibilita' per cui si
considerano nel paese piu' bello del mondo. A questo si aggiungono i vari Angela
(per quanto io li apprezzi tantissimo!) che contribuiscono un sacco a questo tipo
di immaginario.

E il risultato e' quello che dici tu: rimanere addormentati.
Poco lucidi. Sempre un passo indietro. Perche' quello che insegnano
alle mie bambine sono visioni limitate. Belle, ok. Ma tanto piu' piccole
di quelle che potrebbero avere. Basterebbe un pizzico sensibilita' in piu'.

Siamo sulla stessa lunghezza d’onda amico mio: abbiamo perso lo smalto e la cattiveria necessaria sul mercato autocelebrandosi. A mio avviso niente accade per caso: quello che stiamo vivendo deve farci profondamente riflettere e cambiare, svegliandoci da quella sonnolenza in cui siamo caduti anni fa e levandosi il paraocchi per avere una visione a 360 gradi del mondo. Buona domenica.
  


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione:
1 Ospite(i)