Wubook Login Lost Password

Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Paritá di tariffa: ciao?
#1
Ciao Ragazzi.

Ho riportato su Wong la notizia che l'autoritá per la regolazione della competitivitá tedesca, ha stoppato HRS riguardo la "best Price", ossia la miglior tariffa.

In poche parole, la clausula in questione tra HRS ed i suoi hotel affiliati obbliga questi ultimi ad offrire sempre la miglior tariffa, la massima disponibilitá e le migliori condizioni di prenotazione e cancellazione su internet, anche nel portale HRS. A partire dal marzo 2012 gli hotel non potevano nemmeno offrire una migliore tariffa nella vendita in reception, diretta insomma.

Sembra che la stessa agenzia tedesca voglia obbligare anche Booking ed Expedia ad eliminare dai loro contratti clausole simili che danneggiano il mercato.

Che ne dite?
#2
(01-07-2014, 10:52 PM)white Ha scritto: Ciao Ragazzi.

Ho riportato su Wong la notizia che l'autoritá per la regolazione della competitivitá tedesca, ha stoppato HRS riguardo la "best Price", ossia la miglior tariffa.

In poche parole, la clausula in questione tra HRS ed i suoi hotel affiliati obbliga questi ultimi ad offrire sempre la miglior tariffa, la massima disponibilitá e le migliori condizioni di prenotazione e cancellazione su internet, anche nel portale HRS. A partire dal marzo 2012 gli hotel non potevano nemmeno offrire una migliore tariffa nella vendita in reception, diretta insomma.

Sembra che la stessa agenzia tedesca voglia obbligare anche Booking ed Expedia ad eliminare dai loro contratti clausole simili che danneggiano il mercato.

Che ne dite?

Era ora , parity rate solo se parity commision.
#3
be'... se fosse vero sarebbe davvero grandioso!
#4
Perche grandioso? Non sono affatto così eccitato, anzi, pensandoci bene, non credo cambi molto.
#5
(01-10-2014, 01:06 PM)RC027 Ha scritto: Perche grandioso? Non sono affatto così eccitato, anzi, pensandoci bene, non credo cambi molto.

la possibilità di applicare tariffe diverse da portale a a portale e la libertà di poter scegliere di applicare prezzi inferiori a chi ci applica minori commissioni o di fare offerte a basso costo riservate ai clienti diretti mi pare un bella conquista!
certo la strada sarà ancora lunga.... le cose si stanno muovendo per ora in Germania e per uno specifico portale.... ma è già un inizio!
no?
#6
Guarda che nessuno ha mai obbligato nessuno a firmare la Best Price clause. E solo una logica di mercato.

Se domani scegli di vendere ad un prezzo inferiore su Expedia, Booking.com ti affonderà giu nella lista, e viceversa.
Alla fine e molto simile a decidere di smettere di vendere su Booking.com e questo lo puoi fare anche ora.
Se decidi di vendere direttamente ad un prezzo inferiore, il tuo prezzo deve essere pubblicato da qualche parte, e dovrai per forza pagare. Se il portale e buono, si fara pagare salato. Scegli il PPC di TripConnect e scoprirai in breve tempo che e semplicemente un'altra OTA, magari più costosa e di qualità più bassa (nel senso che non controlli la validità della spesa).
Se la OTA ti chiede meno, e molto probabilmente meno buona. Ti chiede meno e tu gli dai un prezzo inferiore. Guadagni lo stesso e ricevi un numero minore di prenotazioni.

Te lo dico per esperienza personale. Sono circa un paio di mesi che violiamo la clausola del best price e offriamo un prezzo più basso diretto su TripConnect. Ora stiamo facendo un altro esperimento, con due hotel. Devo dire che e stata una esperienza interessante... anche se logicamente troppo breve per trarre delle conclusioni certe, se anche fosse possibile farlo...
#7
(01-10-2014, 01:06 PM)RC027 Ha scritto: Perche grandioso? Non sono affatto così eccitato, anzi, pensandoci bene, non credo cambi molto.

Se lavori con Booking e Lavori con Expedia e Venere , credo che la commissione richiesta sia molto diversa, se e' cosi' perche' dovresti vendere alle stesse tariffe ? oppure perche' regalare la differenza di commissione a qualcuno piuttosto che un altro ?
#8
(01-10-2014, 05:53 PM)DV002 Ha scritto: Se lavori con Booking e Lavori con Expedia e Venere , credo che la commissione richiesta sia molto diversa, se e' cosi' perche' dovresti vendere alle stesse tariffe ? oppure perche' regalare la differenza di commissione a qualcuno piuttosto che un altro ?

Come ho già scritto, se domani scegli di vendere ad un prezzo inferiore su Expedia, Booking.com ti affonderà giu nella lista.
Alla fine e molto simile a decidere di smettere di vendere su Booking.com e questo lo puoi fare anche ora.

Comunque, che non cambi molto e la mia personale opinione, spero di sbagliarmi e che invece sia l'inizio della rivoluzione.
#9
l'argomento non è ne facile ne libero da problematiche, lo so bene anche io, certo spero però che possa essere davvero un nuovo inizio. Ci vorrà tempo e pazienza certamente. Ovvio che le grandi OTA hanno maggiore potere rispetto al singolo ma fino adesso si sono sempre sentite più padrone di noi delle nostre strutture.
Ci tengono con un cappio coscienti del loro potere. Credo che l'eliminazione della parity rate, obbligatoris per contratto, possa far cambiare qualche meccanismo portando anche "loro" a dover essere competitive e concorrenziali per non essere mollate da tutti.
sarà solo fantasia? forse, ma se è vero che che le OTA ci fanno lavorare, è altrettanto vero che loro senza di noi non esisterebbero e non guadagnerebbero un centesimo.
penmsaci, è solo una riflessione.... non una verità assoluta e inconfutabile :)
silvia
#10
Effettivamente è difficile prevedere cosa possa accadere in futuro a colpo sicuro ma che sia una notizia positiva credo non ci siano dubbi. Tutto ció che permette maggiore flessibilitá e libertá lo é..

Detto questo, penso anche che RC027 ha in parte ragione. Giá possiamo "non lavorare" con certi portali o correre il rischio di avere un basso ranking dentro di certi portali..non si tratta della fine del mondo!

Voglio ricordare che i portali non sono "il nemico" ma sono importanti alleati. Forse, la direzione in cui dovremmo andare (e questa news potrebbe essere la prima in questo senso) è verso l'abbassamento delle percentuali di commissione. Se anziché prendersi un 15/20% fosse richiesto un semplice 5/6% cambierebbero le cose. No?
  


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione:
1 Ospite(i)