Il blog di

wubook_white_logo
personale alberghiero

Carenza del personale alberghiero: alcune soluzioni

Offerta speciale solo per te!

-50% su Zak Full Suite x 3 mesi!
Un risparmio di 108€

Tutto il piano BASIC
  • Camere e prenotazioni illimitate
  • Archivio clienti
  • Planner
  • Check-in Online
  • Rate plan, products and occupancy management
  • Rilevamento e notifica eventi
  • Mobile app per iOS e Android
e in più…
  • CHANNEL MANAGER + METASEARCH con gestione delle OTA (3)
  • ESSENTIALS
  • PII
  • FINANCE
  • ONLINE RECEPTION

Care e cari WuBookers, come sapete, uno dei problemi che le strutture stanno affrontando nella ripresa post pandemia è la carenza di personale alberghiero. Le soluzioni esistono, e spesso la tecnologia può essere di aiuto per gestire meglio alcuni aspetti del lavoro nel settore hospitality. Ne parliamo in questo articolo, partendo dai dati raccolti dal World Travel & Tourism Council (WTTC). 

Carenza del personale alberghiero in Italia: i dati del WTTC

Due anni di limitazioni dovute alla pandemia di Covid-19 hanno creato difficoltà in tutti i settori economici, compreso quello dell’ospitalità, che è stato anzi uno dei più colpiti. Nel 2022 il turismo è ripartito con ritmi sostenuti, ma moltissime strutture ricettive hanno dovuto affrontare il problema della carenza di personale. Una ricerca del World Travel and Tourism Council ha analizzato la situazione delle principali mete turistiche, come Francia, Spagna, Italia, Stati Uniti. Secondo i dati raccolti nei primi due trimestri 2022 e le stime effettuate sui successivi, nel comparto turistico e alberghiero del nostro Paese mancheranno in totale circa 250.000 dipendenti.

In tutta Europa, sempre secondo WTTC, si arriverà a 1,2 milioni di posti di lavoro vacanti nell’ospitalità, nel trasporto aereo e nelle agenzie di viaggio.

Vuoi saperne di più su argomenti come "Carenza del personale alberghiero: alcune soluzioni"?

Iscrivendoti alla newsletter ricevi i consigli dei nostri esperti e le offerte commerciali più vantaggiose:

Mobilità, part-time e lavoro flessibile: alcune proposte del WTTC

La carenza di personale nell’hospitality può avere conseguenze negative sull’esperienza che i clienti vivono in struttura e quindi, in modo indiretto, influire sul valore e la qualità che vengono attribuiti alla realtà ricettiva. Ecco perché non bisogna sottovalutare il problema.

Nel documento diffuso dal WTTC si ricordano alcune misure che, secondo l’organizzazione, possono supportare il settore e aiutare a mantenere uno standard elevato, a dispetto delle difficoltà del momento. 

  • Una politica dei visti più favorevole potrebbe facilitare la mobilità del lavoro a livello internazionale, così come le opportunità part-time o da remoto, per alcuni ruoli, potrebbero rappresentare una svolta in linea con quanto avviene a livello globale anche in altri comparti economici; 
  • le strutture dovrebbero proporre vantaggi competitivi per i dipendenti e percorsi di carriera con maggiori opportunità di crescita, per invogliarli a restare;
  • le tecnologie digitali innovative potrebbero alleviare la pressione sul personale, migliorare le operazioni quotidiane e l’esperienza del cliente.

Carenza personale alberghiero: soluzioni dal mondo della tecnologia 

La carenza di personale che l’hospitality sta riscontrando in questi mesi mette gli albergatori di fronte alla necessità di rivedere approcci e strategie. Le nuove tecnologie possono arricchire la guest experience, infatti, ma anche avere un ruolo chiave in questo momento di difficoltà. 

Check-in e check-out contactless per hotel

Maggiore autonomia per il cliente, meno pressione per la reception. I sistemi di apertura da remoto offrono un doppio vantaggio: da un lato, migliorano l’esperienza degli ospiti, perché danno loro la possibilità di fare check-in e check-out 24 ore su 24, in qualunque momento, anche quando non c’è personale che potrebbe accoglierli; dall’altro, danno respiro alla portineria. 

La nostra soluzione è il gestionale alberghiero Zak, che permette di abilitare gli smartphone perché i clienti possano entrare e uscire dalla struttura in maniera autonoma, e attivare la virtual key per la stanza, grazie alla partnership con Keyless o Vikey.

Rimani aggiornato sulle ultime tendenze del settore hospitality.

Iscrivendoti alla newsletter ricevi i consigli dei nostri esperti e le offerte commerciali più vantaggiose:

Codici QR nella ristorazione e nell’ospitalità

I codici QR hanno una miriade di applicazioni in tutti i settori. In alberghi, strutture ricettive e ristoranti, si possono usare in molte situazioni che normalmente richiederebbero del personale. Ecco alcuni esempi:

  • i clienti possono consultare i menù dal loro dispositivo mobile, così da velocizzare i tempi di ordinazione e ridurre tempi e costi di stampa necessari a mantenere la lista delle pietanze aggiornata;
  • si possono utilizzare per effettuare il check-in e il check-out dalla struttura; 
  • possono aprire le porte tramite un sistema come quello realizzato da noi in partnership con Keyless, per una completa automatizzazione che consente di alleggerire la reception e renderla più flessibile. 

Un chatbot per gestire le conversazioni

Tra le soluzioni che permettono di tamponare la carenza di personale alberghiero, senza rinunciare ad accogliere i clienti e dare loro le informazioni di cui hanno bisogno in ogni fase, ci sono anche i chatbot. Con l’intelligenza artificiale, infatti, puoi automatizzare processi come le conversazioni online. Si tratta, quindi, di una tecnologia particolarmente utile nel servizio clienti. 

In conclusione…

La pandemia ha contribuito alla continua carenza di personale negli hotel, una situazione che ha colpito strutture di tutte le dimensioni e situate in tutte le località turistiche. La tecnologia offre delle soluzioni utili, ma ci sono anche altri consigli da mettere in pratica per chi lavora nella ristorazione e dell’ospitalità. 

Oltre ad automatizzare alcuni step, come il check-in e il check-out, le ordinazioni ai tavoli e in camera, per un proprietario o un gestore è fondamentale anche prendersi cura dei dipendenti, per esempio dimostrando di apprezzare il lavoro che fanno e dando loro delle possibilità di crescita. Una riorganizzazione interna, inoltre, potrebbe essere necessaria, quando il personale è scarso: integrando le nuove tecnologie e rivedendo i compiti di ognuno, si può offrire un servizio di alta qualità, che rispecchi le aspettative della clientela abituale e di quella che ancora non conosce la tua struttura. 

Offerta speciale solo per te!

- 50%
su Zak Full Suite x 3 mesi
con un risparmio di 230€

L'offerta scade in

Ore
Minuti
Secondi!
Offerta Scaduta!