Wubook Login Lost Password

Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Piccola Zak Release
#21
(08-20-2021, 07:23 PM)yellow Ha scritto:
(08-19-2021, 10:35 PM)MF205 Ha scritto: Capisco !
Nel mio caso quello che proponi. - Cioe' un bambino, per esempio, paga sempre -per dire- un 70% di un adulto, a prescindere dalla camera? - sarebbe perfetto !

Un'altra domanda ... Sarebbe a prescindere dalla camera ma differenziabile in base alla Tariffa ? 

Attualmente ho una tariffa base per 2 pax
3°-4°-5°-6° pax pagano un supplemento in base all'età: 
per il 2022 vorrei mettere sulla rate in HB questi supplementi :
0-1 anni free
2-5 anni 35 eur
6-13 anni 60 eur 
14-99 anni 85 eur

Per gli altri arrangiamenti B&B o Room Only avrei altri supplementi .... 
es. 
0-1 free
2-5 anni 20 eur
6-13 anni 35 eur 
14-99 anni 50 eur


Andrebbero però bene per tutte le tipologie di camera.

Si potrebbe definirli per rate ?

Al momento utilizzo supplementi in valore assoluto per avere una coerenza tariffaria con le OTA che a volte non hanno grandi possibilità di personalizzazione sui supplementi bambino ... però se è un problema differenziarli per rate posso valutare di passare alle % 

Grazie mille
Michela


Ciao Michela,

bisogna studiare bene le cose. Se ben capisco, la tua idea e' quella di definire derivazioni pax per tutti i prodotti, ma a livello
rate. In modo che ogni rate possa avere le sue derivazioni. Non e' mica male come idea.

Bisogna stare attenti: questo e' un luogo, un problema, che appena aggiungi una variabile, la complessita' esplode.

Comunque, provando a esplorare la cosa.
Supponiamo che tu, su una certa rate X, configuri:

   Baby    0%
   Child:   70%
   Teen:   90%

Come facciamo successivamente a capire se una tua camera e' compatibile con l'aggiunta di 2 teens o 1 teen e un baby?
Forse guardando la max occupancy?

Ciao Yellow !
Sì credo che legare i supplementi alla rate sarebbe ottimo.
A noi permetterebbe di non dover creare così tante derivazioni di prodotto.

Se si vuole abbracciare un numero ampio di combinazioni sicuramente si deve definire nell'occupancy:
- base occupancy
- min.occupancy complessiva della camera
- max occupancy complessiva della camera
- occupancy per fasce di età

Ma non credo si possa arrivare a includere tutte le combinazioni come avviene ora

Nel tuo esempio 1 sarebbe 
base: 2
max 4
max adult 2
max teen:2
max chd: 2 
max infant :2

esempio 2:
base: 2
max 4
max adult 2
max teen:1
max chd: 0 
max infant :1

In quello 0 del max chd forse c'è comunque un limite anche in questo approccio, però per noi risulterebbe comunque migliorativo.

Io per esempio ho collegato le OTA con la base occupancy di 2 e poi dentro alle OTA tutti i supplementi, al momento con i valori assoluti sono in linea.

Dopo le tue domande mi rendo conto che anche un'altra modifica per noi potrebbe migliorare molto l'esperienza di inserimento delle prenotazioni ovvero quando sei in you book vedere solo i prodotti che rispondono esattamente con la selezione di occupancy fatta. 
Cioè se cerco da data X a data y:  2 adulti + 1 teen + 1 infant >>> vedere solo i prodotti 2,1,0,1 >>> e non anche tutte le altre derivazioni di prodotto con occupancy diverse....

però qs è la mia esperienza non so se altri hanno utilità nel vederle, non riesco a pensare a quale esigenza può rispondere il fatto di vederle sempre tutte.

Grazie mille
#22
Allora,

annotiamo tutto. Non riusciremo ad affrontare il problema -presumibilmente- fino all'inverno.

Bisogna capire anche se i margini di miglioramento siano sostanziali. Perche' e' vero, la generazione
di tanti prodotti crea volumi, ma anche molta chiarezza e molta, molta flessibliita' (perche' si puo',
per ogni camera, definire con esattezza non soltanto le configurazioni possibili, ma anche le
variazioni di prezzo con capillarita').

Le idee chiavi di questa discussione rimangono a mio avviso due:

1. Derivazioni "wild": che non dipendono dalle camere (per pax pricing, che poi pero' impone piu' rigidita')
2. In caso, le Derivazioni Wild potrebbero esssere inserite a livello rate per rendere la soluzione meno rigida
(quantomeno rimane possibile differenziare il costo a seconda della rate, ma la granularita' sulla camera
ovviamente si perde).

Annotiamo
#23
(08-20-2021, 10:00 PM)yellow Ha scritto: Allora,

annotiamo tutto. Non riusciremo ad affrontare il problema -presumibilmente- fino all'inverno.

Bisogna capire anche se i margini di miglioramento siano sostanziali. Perche' e' vero, la generazione
di tanti prodotti crea volumi, ma anche molta chiarezza e molta, molta flessibliita' (perche' si puo',
per ogni camera, definire con esattezza non soltanto le configurazioni possibili, ma anche le
variazioni di prezzo con capillarita').

Le idee chiavi di questa discussione rimangono a mio avviso due:

  1. Derivazioni "wild": che non dipendono dalle camere (per pax pricing, che poi pero' impone piu' rigidita')
  2. In caso, le Derivazioni Wild potrebbero esssere inserite a livello rate per rendere la soluzione meno rigida
      (quantomeno rimane possibile differenziare il costo a seconda della rate, ma la granularita' sulla camera
      ovviamente si perde).

Annotiamo

Grazie mille !
#24
Per il boom paper sarebbe utile una versione semplificata che non faccia sprecare carta (formato A5), con semplicemente il nome delle stanze da fare (non tutti i dettagli su quante persone bambini ecc) e il tipo di preparazione normale o riassetto, di più facile lettura per gli addetti alle pulizie.
Grazie
#25
Ci risulterebbe utile inviare in automatico il foglio pulize tramite mail a una ditta esterna.
Nel nostro caso infine facendo le pulizie delle occupate ogni tre giorni ci sarebbe comodo un impostazione condizionale del tipo:
se il cliente sta 3 giorni non pulire
se il cliente sta 4 giorni pulire ogni 2 giorni
se il cliente sta 5 giorni pulire ogni 3 giorni
se il cliente sta 6 giorni pulire ogni 3 giorni
se il cliente sta 7 giorni pulire giorno 2 e giorno 4
  


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione:
1 Ospite(i)