WuBook Community Forum

Versione completa: DATE FLESSIBILI
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Buonasera a tutti,

stavo valutando la nuova funzionalità delle date flessibili. Ho un paio di perplessità che vorrei condividere.

La prima è la seguente (mi aiuto con un esempio):
richiesta di disponibilità per le date dal 21 al 28 (7 notti). C’è disponibilità. Tuttavia il sistema dà anche l’opportunità di visualizzare le ulteriori alternative (le flexible dates) che riporto nell’allegato.
Domanda: è opportuno in questo caso mostrare la disponibilità di 6 notti? E’ come dire all’ospite: “C’è disponibilità per la settimana che hai richiesto ma se vuoi puoi anche fare solo 6 notti”. Ha senso per chi gestisce camere (che magari ha convenienza a fare ruotare le camere)? Non saprei perché io gestisco solo case vacanza ma il mio approccio commerciale è quello di invogliare gli ospiti a spendere notti in più e non mi piace indicargli che possono spendere notti in meno.
Naturalmente il mio dubbio non si pone nel caso di INDISPONIBILITA', allora ben vengano anche proposte di soggiorni più brevi di quello richiesto indisponibile.

Un’altra perplessità: poiché nel calendario di selezione delle date, quelle non disponibili sono barrate, chi selezionerebbe una data barrata?

Può avere senso mostrare le date alternative per tipologia? Ad esempio… voglio alloggio con vista, quando é disponibile? Oppure, voglio alloggio per disabili, quando posso andarci?

Se i miei dubbi sono sensati, e fermo restando che il sistema attuale mi sembra un ottimo strumento, si può pensare di ottimizzare (senza stravolgimenti, naturalmente) ?
guarda,

secondo me stai sollevando dei punti che sono molto, molto giusti e intelligenti. Ci sono diverse cose da prendere
in considerazione.

Credo che le Flexible Dates che abbiamo introdotto siano uno strumento che possa avere un ottimo valore
commerciale per le vendite sul vostro sito. E come suggerisci, oggi che le vediamo gia' possiamo immaginare
altri passi avanti, come per esempio quello di mostrarle a seconda della camera.

E ci sono anche elementi che si contrappongono. Ancora una volta, in maniera intelligente, poni bene il problema
delle date barrate sul calendario. Siamo sicuri che, avendo le Flexible Dates, siano desiderabili? Non e' meglio far
proseguire il cliente e, in caso di assenza disponibilita', avere una bella vetrina di alternative?

Inoltre, in che misura mostrare le flexible dates anche quando alcune camere sono disponibili e' importante?
Il punto che sollevi e' giusto. Io credo che dare visibilita' alla propria offerta, anche proponendo stay minori,
possa essere una forma di ricchezza. Se da una parte si rischia di suggerire una soluzione meno conveniente
per la property, dall'altra il cliente potrebbe apprezzare la flessibilita' come forma di trasparenza.

In fin dei conti, io -giusto o sbagliato- parto sempre da un presupposto che spesso ripeto: non e' il booking
engine a fare la differenza. Non siamo su una piattaforma di grande distribuzione. Se il vostro cliente e' sull
vostre pagine, non modula il suo desiderio in base alla tecnologia. Vuole gia' venire da voi, vuole trovare il
modo migliore per venire da voi.

Ora, un insieme di interventi che credo possa essere consistente potrebbe essere:

1. Opzione date flessibili: mostrale sempre, solo quando non c'e' dispo oppure mai (tripla scelta)
2. Opzione date barrate: barra le date sul calendario oppure no

Questo gia' ci permette di giocare. In futuro, possiamo cercare di capire come impreziosire le flexibles,
magari facendo calendari specifici per camera.

Cosa ne pensi di questa analisi? Va proprio fuori rotta?
(02-17-2022, 09:25 PM)yellow Ha scritto: [ -> ]guarda,

secondo me stai sollevando dei punti che sono molto, molto giusti e intelligenti. Ci sono diverse cose da prendere
in considerazione.

Credo che le Flexible Dates che abbiamo introdotto siano uno strumento che possa avere un ottimo valore
commerciale per le vendite sul vostro sito. E come suggerisci, oggi che le vediamo gia' possiamo immaginare
altri passi avanti, come per esempio quello di mostrarle a seconda della camera.

E ci sono anche elementi che si contrappongono. Ancora una volta, in maniera intelligente, poni bene il problema
delle date barrate sul calendario. Siamo sicuri che, avendo le Flexible Dates, siano desiderabili? Non e' meglio far
proseguire il cliente e, in caso di assenza disponibilita', avere una bella vetrina di alternative?

Inoltre, in che misura mostrare le flexible dates anche quando alcune camere sono disponibili e' importante?
Il punto che sollevi e' giusto. Io credo che dare visibilita' alla propria offerta, anche proponendo stay minori,
possa essere una forma di ricchezza. Se da una parte si rischia di suggerire una soluzione meno conveniente
per la property, dall'altra il cliente potrebbe apprezzare la flessibilita' come forma di trasparenza.

In fin dei conti, io -giusto o sbagliato- parto sempre da un presupposto che spesso ripeto: non e' il booking
engine a fare la differenza. Non siamo su una piattaforma di grande distribuzione. Se il vostro cliente e' sull
vostre pagine, non modula il suo desiderio in base alla tecnologia. Vuole gia' venire da voi, vuole trovare il
modo migliore per venire da voi.

Ora, un insieme di interventi che credo possa essere consistente potrebbe essere:

  1. Opzione date flessibili: mostrale sempre, solo quando non c'e' dispo oppure mai  (tripla scelta)
  2. Opzione date barrate: barra le date sul calendario oppure no

Questo gia' ci permette di giocare. In futuro, possiamo cercare di capire come impreziosire le flexibles,
magari facendo calendari specifici per camera.

Cosa ne pensi di questa analisi? Va proprio fuori rotta?

Grazie per il riscontro e penso la tua sia una analisi assolutamente centrata.

Apro una parentesi brevissima e molto, molto generica su sito e BE, anche se il tema dei meccanismi decisionali di acquisto è invece materia vasta e complessa…
Si potrebbe dire che il compito del sito è presentare il prodotto (come lo era per i cataloghi cartacei di una volta)? Mentre il compito del Booking Engine è vendere il prodotto, ossia finalizzare l’acquisto concretizzando l’interesse dell’ospite in prenotazione (quello che faceva il venditore una volta) ?
Se il potenziale ospite entra nel BE lo fa perché il sito lo ha convinto che il prodotto alloggio (+ servizi) può soddisfare la sua esigenza. Ma la decisione di prenotare viene presa dentro il BE, ed è lì che l’ospite deve, con pochi, semplici ed intuitivi passaggi, essere “invitato” a confermare il soggiorno; come? Anzitutto inducendo percezione di massima fiducia (l’ospite inserirà dati personali e dati di CC), e poi attraverso le azioni commerciali che tutti sappiamo (sconti, offerte, servizi, date alternative, coupon, omaggi, …) opportunamente presentate nel BE.

Relativamente alle date flessibili, lo schema di interventi che ipotizzi va assolutamente nella direzione, corretta secondo me, di lasciare alla struttura una scelta su come utilizzare al meglio questo strumento. Una ulteriore opzione che prevederei è fare scegliere se mostrare o no gli stay minori anche in caso di disponibilità.

Mi fa molto piacere se c’è tutta l’intenzione di impreziosire le flexibles e, più in generale, lo strumento del BE che a mio avviso gioca un ruolo determinante per i nostri scopi.